Home » Informazione » News » Arance dal 12% al 20% su bibite italiane, coltivatori arrabbiati!

Arance dal 12% al 20% su bibite italiane, coltivatori arrabbiati!

martinaColtivatori sul piede di guerra perchè oggi la Camera dei Deputati ha approvato la norma che aumenta il limite minimo di frutta nelle bibite analcoliche dal 12 al 20%. In pratica le bibite gassate prodotte in Italia che richiamano gli agrumi nel nome non potranno più contenere meno del 20% di succo di arancia, contro il 12% di una vecchia legge del 1958.

Il presidente di Federalimentare è nettamente contrario perchè "la norma riguarda solo le bibite prodotte in Italia e quindi così si incentiva a delocalizzare la produzione dato che quella italiana perderà di competitività". I prodotti stranieri rimarranno in vendita in Italia con la vecchia normativa e manterranno i prezzi stabili mentre le aranciate italiane, per via di quell'8% in più, costeranno fatalmente di più.

Il ministro Martina (in foto)  è invece di diverso avviso perchè punta sull'incremento di produzione italiana e sul maggior numero di arance che verranno consumate per il benessere del Paese.

Sarà, comunque, difficile controllare il carrello delle massaie italiane che, forse, potrebbero optare per le aranciate straniere in barba all'8% in più di salute…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.