Home » Curiosità, Gossip e Social » Curiosità » “Avessi il passaporto me ne andrei ad Antigua”, parola di Berlusconi

“Avessi il passaporto me ne andrei ad Antigua”, parola di Berlusconi

berSilvio Berlusconi non ne può più di falchi, colombe, falchetti, magistrati, alleati veri e finti, riunioni notturne e pranzi al veleno: vorrebbe scappare ad Antigua. Scappare, s'intenda, non dai suoi guai giudiziari ma dalla terribile routine a cui la politica l'avrebbe costretto, divincolandosi tra un Alfano e un Fitto o tra una Santanchè e una Carfagna.

"Avessi ancora il mio passaporto me ne andrei ad Antigua" ha sibilato il Cavaliere che, ricordiamo, è stato privato del prezioso ed indispensabile documento in seguito alla sentenza di condanna definitiva in Cassazione per il "caso-Mediaset".

A 77 anni suonati, Berlusconi vorrebbe forse staccare la spina e godersi una vita normale da nababbo in un isola tropicale, tra spiagge assolate e mari cristallini (magari in compagnia della sua diletta Francesca e del fido cagnolino Dudù…) ma il vortice politico-giudiziario in cui si è cacciato lo tarvolge e lo fa sospirare, riportandolo per una volta tra i comuni mortali.

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>